Ordinanza Enac che disciplina la circolazione veicolare sull’aeroporto di Olbia Costa Smeralda


Considerata la necessità di regolamentare la disciplina della sosta e circolazione stradale nelle aree aperte al pubblico dell’Aeroporto di Olbia e la necessità di offrire agli utenti servizi adeguati e di qualità, al fine altresì di risolvere le problematiche operative e di sicurezza che scaturiscono dalla congestione della viabilità di accesso e deflusso da/per l’aeroporto in relazione a potenziali atti incidentali e/o situazioni di emergenza, L’Enac ha emanato l'Ordinanza N.1/2019 - “Disciplina della circolazione autoveicolare sull’area demaniale dell’Aeroporto di Olbia aperta all’uso pubblico” con decorrenza a partire dal 08 aprile 2019, scaricabile al seguente Link.


In particolare nell’Ordinanza sono regolamentati i seguenti aspetti:

- Limiti di velocità;
- Franchigia gratuita all’interno dell’Area di Parcheggio Sosta Breve, consentita fino ad un massimo cumulativo di 3 accessi giornalieri, per la stessa autovettura, ciascuno non superiore a 10 minuti;
- Possibilità del Gestore Aeroportuale di tariffare gli accessi giornalieri successivi al terzo senza alcuna franchigia, secondo le regole tariffarie esposte;
- Divieto di circolazione dei mezzi pesanti;
- Passaggi pedonali riservati;
- Divieto di sosta, aree di parcheggio e rimozione forzata autovetture in sosta vietata ed abbandonate ;
- Aree di parcheggio e modalità di utilizzo;
- Posti auto riservati (persone diversamente abili, enti di stato, mezzi di soccorso, autonoleggiatori, taxi, noleggio con conducenti, autobus);
- Operazioni di carico e scarico merci;
- Le attività commerciali non autorizzate all’interno del sedime aeroportuale, ovvero la presenza di persone che prive di specifico consenso del Gestore Aeroportuale, conducano attività commerciali, promozionali o promo-pubblicitarie, utilizzando o sfruttando aree, servizi e/o infrastrutture aeroportuali;
- Altre autorizzazioni all’accesso in prima corsia;
- Organi preposti al controllo e sanzioni


Tra le altre cose, essa regolamenta il regime di accesso alla prima corsia, per la quale i soggetti autorizzati ad accedere sono:

- i taxi del comune di Olbia e dei comuni con i quali il comune di Olbia ha stabilito degli accordi (ad oggi solo il comune di Palau);
- i noleggi con conducenti per veicoli con capacità superiore a 7 posti;
- gli autobus di linea urbani ed extraurbani ed i bus non di linea;
- i mezzi autorizzati degli enti pubblici e non operanti in ambito aeroportuale.