FACILE E VELOCE. COSA FARE PRIMA DI PARTIRE

Qui di seguito tutte le informazioni utili per programmare il tuo viaggio in Sardegna.

FAQ

Cosa devo fare per poter arrivare in Sardegna?

In ottemperanza all'ordinanza del Presidente della Regione Sardegna n. 27 del 2 giugno 2020 tutti i passeggeri in arrivo in Sardegna su linee aeree o marittime sono tenuti a registrarsi prima dell'imbarco utilizzando:
- l’apposito modulo on line al seguente link https://sus.regione.sardegna.it/sus/covid19/regimbarco/init
Oppure
- tramite l’App “Sardegna Sicura” disponibile per sistemi iOS e Android

La registrazione sul sito della Regione Sardegna o App “Sardegna Sicura” è obbligatoria?
Si la registrazione è obbligatoria per tutti i passeggeri in arrivo in Sardegna. 

Sono residente in Sardegna, devo anche io fare la registrazione?
Sì, anche i passeggeri residenti in Sardegna devono fare la registrazione.

Quali informazioni devo inserire nel modulo di registrazione?
Si tratta di un modulo che riporta i dati anagrafici e le informazioni relative al viaggio e al soggiorno in Sardegna. Occorre caricare copia di un documento di identità durante la registrazione 

Quale funzioni aggiuntive ha la App “Sardegna Sicura”?
Oltre la registrazione, potrai dare l’autorizzazione al tracciamento volontario e partecipare all’indagine epidemiologica 

Cosa succede dopo che ho effettuato la registrazione?
Dopo la compilazione del modulo online si riceve una mail di notifica dell'avvenuta registrazione, contenente un ID di conferma insieme a un link che rimanda alla scheda di possibili pregressi infezione o contatto col Covid-19. Anche la compilazione di tale scheda è obbligatoria e deve essere effettuata non prima di 48 ore prima della partenza. Al termine si riceve una mail di "Beni Benius in Sardigna" con allegato un ID e un QR code da esibire al personale preposto all'imbarco.

Cosa devo fare prima di partire?
Prima di partire per la Sardegna è inoltre necessario compilare una autocertificazione sulle condizioni di salute da consegnare allo staff dell’Aeroporto di partenza. A seconda del vettore che opera il volo, tale autocertificazione verrà richiesta al momento del check-in online, al momento del check-in aeroporto oppure al momento dell’imbarco. Tale procedura è valida a livello nazionale ed applicata a tutti i voli in partenza o arrivo in Italia.

In aeroporto verrà misurata la temperatura?
Prima della partenza e all’arrivo verrà misurata la temperatura che non deve superare i 37,5 gradi.

Cosa devo fare se provengo da Stati Extra-UE e/o Extra Schengen?
L'ingresso in Italia da paesi extra UE e/o extra Schengen continua ad essere consentito solo per le seguenti motivazioni:
  •        comprovate esigenze di lavoro o studio
  •        urgenza assoluta
  •        motivi di salute
  •        rientro nella propria residenza principale
E’ sempre richiesta la compilazione del modulo di autocertificazione per il rientro dall'estero e la quarantena fiduciaria di 14 giorni dal momento dell’ingresso in Italia.
E’ consentito l’ingresso in Italia con il solo obbligo di quarantena fiduciaria, pertanto senza la compilazione dell’autocertificazione, per i cittadini di paesi Extra EU residenti nei seguenti Stati e territori: Algeria, Australia, Canada, Georgia, Giappone, Marocco, Nuova Zelanda, Ruanda, Repubblica di Corea, Tailandia, Tunisia, Uruguay.
Per coloro che entrano nel territorio nazionale per motivi di lavoro, nonché per il personale di aziende o entità con sede legale o secondaria in Italia che si recano all'estero per motivi di lavoro comprovati, il periodo di permanenza è aumentato a 120 ore (5 giorni) senza obbligo di quarantena domestica (DPCM dell'11 giugno 2020).
E' vietato entrare in Italia a chiunque, nei 14 giorni precedenti, abbia soggiornato o transitato in uno dei seguenti paesi: Armenia, Bahrein, Bangladesh, Bosnia Erzegovina, Brasile, Cile, Kosovo, Kuwait, Macedonia del nord, Moldova, Montenegro, Oman, Panama, Perù, Repubblica dominicana, Serbia.
Il divieto non si applica ai cittadini italiani, ai cittadini dell'UE, ai cittadini dei paesi inclusi nell'accordo di Schengen, ai cittadini del Regno Unito, ai cittadini di Andorra, ai cittadini del Principato di Monaco, ai cittadini della Repubblica di San Marino o ai cittadini dello Stato di Città del Vaticano e i loro familiari stretti (discendenti e parenti della linea ascendente che vivono insieme, coniuge, partner civile, partner stabile), purché siano residenti in Italia da prima del 9 luglio 2020.

Resta l’obbligo di isolamento fiduciario, fatte salve alcune eccezioni per gli ingressi in Italia da Paesi diversi da Austria, Belgio, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria, Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del nord Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano.

Il 24 luglio il Ministro della Salute ha firmato un'ordinanza che dispone l'obbligo di sorveglianza sanitaria e isolamento fiduciario per i cittadini che negli ultimi 14 giorni abbiano soggiornato o transitato in Romania e Bulgaria.

Il Ministero della Salute con ordinanza del 21 settembre 2020, informa tutti i passeggeri che intendono fare ingresso nel territorio nazionale e che nei quattordici giorni antecedenti abbiano soggiornato o transitato in Croazia, Francia (limitatamente alle Regioni Alvernia-Rodano-Alpi, Corsica, Hauts-de-France, Ile-de-France, Nuova Acquitania, Occitania, Provenza-Alpi-Costa Azzurra), Grecia, Malta e Spagna che, fino a nuove disposizioni, è necessario: 

a) presentare al vettore all'imbarco e a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli dell'attestazione di essersi sottoposti, nelle 72 ore antecedenti all’ingresso nel territorio nazionale, ad un test molecolare o antigenico, effettuato per mezzo di tampone e risultato negativo;

in alternativa

b) sottoporsi ad un test molecolare o antigenico, da effettuarsi per mezzo di tampone, al momento dell’arrivo in aeroporto, porto o luogo di confine, ove possibile, o entro 48 ore dall’ingresso nel territorio nazionale presso l’azienda sanitaria locale di riferimento. In attesa di sottoporsi al test le persone sono obbligate all'isolamento fiduciario presso la propria abitazione o dimora.

Le persone che hanno soggiornato o transitato in questi quattro Paesi devono anche comunicare il loro ingresso nel territorio italiano al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria competente.

Inoltre, è necessario l'utilizzo di mascherine chirurgiche monouso a bordo degli aeromobili.

Per ulteriori informazioni, consigliamo di consultare la FAQ del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale a questo link: https://www.esteri.it/mae/it/ministero/normativaonline/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti/focus-cittadini-italiani-in-rientro-dall-estero-e-cittadini-stranieri-in-italia.html

La compagnia aerea con la quale volo fornisce un modulo di autocertificazione?
Si. Generalmente è scaricabile tramite il sito ufficiale del vettore. In aeroporto è comunque presente un banchetto nell’area check-in dove i nostri addetti mettono a disposizione i moduli di autocertificazione e forniscono supporto nella compilazione.
 
Link e Contatti utili

Regione Sardegna
Numero Verde: 800 894 530

Infopoint Aeroporto Olbia Costa Smeralda
Tel.0789 563444 (tutti i giorni ore 7:30-23:30)
WhatsApp +39 345 1542636 (solo messaggi, no chiamate vocali)

Ministero degli Esteri
https://www.esteri.it/mae/it/ministero/normativaonline/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti/focus-cittadini-italiani-in-rientro-dall-estero-e-cittadini-stranieri-in-italia.html
 

Aeroporto Olbia Costa Smeralda Geasar S.p.A. ha adottato, quale linea guida di Gruppo, un Modello per la protezione dei Dati Personali conformemente al Regolamento europeo n. 679/2016, “GDPR”. L’informativa privacy è stata aggiornata. E’ stato nominato anche un Data Protection Officer, contattabile da qualsiasi interessato all’indirizzo e-mail: privacy@geasar.it
I cookie ci aiutano a migliorare il sito e a fornire i nostri servizi. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. 
Per maggiori informazioni è possibile consultare la  Cookie Policy